Lo Scrigno Del Benessere

Integratori per Ansia e Attacchi di Panico: Guida ai Migliori del 2021

integratori per ansia e attacchi di panico

Sei alla ricerca dei migliori integratori per ansia e attacchi di panico? Allora sei nel posto giusto! 

Di seguito trovi una tabella nella quale sono stati inseriti i migliori integratori per ansia e attacchi di panico del 2021, le loro principali caratteristiche e il link al sito ufficiale.

migliori integratori per ansia e attacchi di panico

rilassa mente salugea

rilassamente salugea
5/5

Zazz

zazz brain nutrient
4/5

TINTURA MADRE DI BIANCOSPINO​

biancospino in gocce
3.6/5

ashwagandha

ashwagandha
3.5/5

Classifica dei migliori integratori per ansia ed attacchi di panico

Di seguito, invece, trovi una lista dei migliori integratori per ansia e attacchi di panico presenti sul mercato:
 

Migliori integratori per ansia e attacchi di panico del 2021 a confronto: recensioni e guida alla scelta

Ansia

L’ansia è una sgradevole sensazione riguardante la sfera psico-emotiva, che consiste in uno stato di tensione, nervosismo, angoscia.

Oltre a un disagio psicologico, l’ansia è in grado di creare anche un forte malessere fisico, relativo all’apparato cardio-vascolare, respiratorio, digerente e al sistema nervoso.

Normalmente, questa percezione viene considerata fisiologica, a patto che non superi una specifica soglia di tolleranza: questo significa che l’organismo umano può trarre vantaggio da una equilibrata stimolazione sensoriale, capace di mantenere all’erta le funzioni vitali dell’organismo.

Sotto certi aspetti, un’ansia fisiologica può rivelarsi un valido supporto per migliorare il benessere della persona, che risulta meglio reattiva nei confronti di eventuali stimolazioni esterne.

In tali casi si viene a creare un’attivazione globale delle singole risorse, utile per affrontare eventi sconosciuti.
Quando invece l’ansia diventa patologica, si verifica l’esatto opposto, in quanto l’individuo perde le sue capacità d’adattamento.

Molto spesso succede che una persona che soffre di attacchi ansioso sviluppa un vero e proprio terrore che questi si manifestino e, di conseguenza, mette in atto una serie di comportamenti evitatori derivanti dalla così detta “ansia anticipatoria”.

Le principali cause dell’ansia sono le seguenti:

  • fattori ereditari;
  • cause biologiche;
  • disturbi del sistema nervoso;
  • anomalie ormonali;
  • motivazioni inconsce.

Pur essendo estremamente soggettiva e quindi definibile con difficoltà, la sintomatologia delle sindromi ansiose è di questo tipo:

  • paura di un pericolo imminente;
  • terrore di perdere il controllo;
  • sensazione di morte imminente;
  • tensione muscolare;
  • inquietudine;
  • difficoltà di concentrazione;
  • insonnia;
  • malessere generalizzato.

Non è quasi mai facile diagnosticare il disturbo ansioso poiché i sintomi sono spesso indefiniti, il disagio psicologico è unito a manifestazioni organiche comuni ad altre malattie, e soprattutto il paziente non accetta l’idea di essere ammalato.

Infatti l’ansia patologica è una vera e propria malattia, che come tale deve venire curata in maniera adeguata, utilizzando farmaci mirati, affrontando percorsi psicoanalitici e supportando l’organismo con vari rimedi.

Un approccio valido presuppone l’attuazione di strategie sinergiche, comprendenti tutti questi mezzi che, agendo simultaneamente, sono in grado di curare e prevenire nello stesso tempo.

Attacchi di panico

Gli attacchi di panico, che clinicamente sono identificati con la sigla DAP (Disturbo di Attacchi di Panico), sono manifestazioni ansiose particolarmente intense, che riguardano sia la sfera psicologica ed emotiva, che quella fisica del paziente.

L’attacco, che viene definito come un’esperienza devastante da chi ne soffre, insorge improvvisamente e senza nessun segnale premonitore, secondo la classica modalità definita “a cielo aperto”.

In altre parole il soggetto viene assalito da una spaventosa percezione di angoscia e di paura, che apparentemente non ha motivo di essere.

L’individuo si trova in balia di una serie di sintomi neurovegetativi, che sono:

  • tachicardia;
  • extrasistolia;
  • fame d’aria (dispnea);
  • difficoltà respiratoria;
  • secchezza delle fauci (mancanza di salivazione);
  • oppressione e dolore toracico;
  • mancanza d’equilibrio;
  • vertigini e capogiri;
  • formicolio di mani e piedi;
  • parestesie di varie parti del corpo;
  • eccessiva sudorazione;
  • tremore diffuso;
  • contratture muscolari;
  • aumentata frequenza della minzione;
  • crampi addominali e diarrea;
  • nausea.

La sfera psico-emotiva è senza dubbio quella maggiormente condizionala dagli attacchi di panico, in quanto il soggetto si sente in parte depersonalizzato.

Molte persone affetti da questo disturbo riferiscono che, durante l’attacco, si sentono differenti e non ricordano i propri comportamenti, come se fossero sottoposti a un vero e proprio black-out mentale.

Di certo si tratta di un’esperienza estremamente destabilizzante che, proprio per questo, contribuisce a innescare un vero e proprio terrore della sua insorgenza. 

Per cercare di limitare i danni, di solito il paziente assume una serie di condotte limitanti, che lo costringono a evitare sempre più situazioni potenzialmente pericolose per lui.

Per affrontare il DAP è possibile assumere farmaci o seguire un percorso di tipo psicoanalitico, impostato sul dialogo con un terapeuta.

Un approccio alternativo e di supporto, molto efficace è quello della fitoterapia, dato che numerosi estratti vegetali si sono rivelati efficacissimi non soltanto per curare, ma anche per prevenire sindromi di questo genere.

Miglior integratore per ansia e attacchi di panico: Rilassa Mente Salugea

I componenti di questo integratore alimentare per ansia e attacchi di panico (clicca qui per scoprire il prezzo) sono:

  • griffonia, strettamente coinvolta con la produzione della serotonina (ormone del buon umore), questa pianta svolge un’efficace azione antistress, calmante, rilassante e ipnoinducente, intervenendo positivamente anche sul ritmo circadiano. Le sue proprietà dipendono dall’elevata biodisponibilità dei principi attivi in essa contenuti, che hanno come bersaglio le cellule nervose e i recettori neurosensoriali. Una volta assunta e assimilata, la griffonia stimola immediatamente la ghiandola pineale, che reagisce aumentando la secrezione di serotonina e allentando le tensioni nervose;
  • melissa, da tempo utilizzata per le sue proprietà rilassanti, sedative e riequilibranti del sistema nervoso, questa pianta trova largo impiego nella formulazione di integratori antistress e calmanti, poiché agisce a livello delle sinapsi nervose modulando il rilascio dei neurotrasmettitori. Si può affermare che il vegetale funziona come un valido antidepressivo naturale, contribuendo alla diminuzione dei sintomi ansiosi. Oltre che sulle azioni diurne, la melissa è attiva anche per controllare il riposo notturno, rivelandosi quindi un rimedio a 360 gradi;
  • biancospino, grazie alle sue proprietà ipotensive e cardioprotettive, questa pianta agisce efficacemente anche per rilassare l’organismo e migliorare il tono dell’umore. Il suo meccanismo d’azione ha come organo bersaglio l’apparato cardiovascolare, regolarizzandone la funzionalità e eliminando disturbi organici come tachicardia ed extrasistolia. Di conseguenza, anche la sfera psichica viene condizionata positivamente poiché i recettori sono in grado di riequilibrare la produzione di mediatori neuro-ormonali;
  • giuggiolo, i semi di questa pianta diminuiscono l’attività del sistema nervoso, modulandone le reazioni nei confronti di stimoli stressanti. Di conseguenza, il vegetale miscelato con gli altri componenti di questo integratore, contribuisce a potenziare l’azione blandamente sedativa a livello cerebrale migliorando anche le tensioni neuro-muscolari.

integratore alimentare per ansia e attacchi di panico

Questi quattro componenti vegetali si potenziano vicendevolmente, facilitando l’attività sedativa e ansiolitica di Rilassa Mente, che non solo contribuisce ad allentare le tensioni nervose, l’irritabilità e l’ansia, ma anche a migliorare il tono dell’umore, comportandosi quindi come un antidepressivo e ansiolitico 100% naturale.

Zazz 40

Zazz 40 (clicca qui per scoprire il prezzo), un integratore nootropico specificamente formulato contro tensione psico-fisica, stress, nervosismo, ansia e panico, realizzato soltanto con ingredienti naturali al 100%.

Il suo meccanismo d’azione è duplice perché da un lato allenta le tensioni indotte da eventi stressogeni, e d’altro lato contribuisce a regolarizzare il ritmo circadiano, migliorando il riposo notturno.

migliori integratori per ansia e attacchi di panico

I componenti di questo integratore sono i seguenti:

  • ginkgo biloba, considerato a ragione uno dei composti neuroprotettori più efficaci in assoluto, poiché capace di eliminare quasi completamente i radicali liberi circolanti, realizzando un’efficace attività di scravening. Grazie alle sue proprietà terapeutiche e all’elevata biodisponibilità, questo fitocomplesso è in grado di eliminare i perossidi, responsabili di notevoli danni all’organismo. Il suo meccanismo d’azione si basa sulla riparazione dei danni provocati dall’ipossia neuronale, che di solito partecipa all’insorgenza delle manifestazioni ansiose;
  • eleuterococco, si tratta di uno dei più efficaci vegetali adattogeni, capaci di svolgere un’azione ricostituente e stimolante a livello dei neuroni, intervenendo sui meccanismi di regolazione omeostatica, alterati in condizioni di stress. Anche questa pianta è dotata di attività anti-ossidante e anti-radicalica e pertanto agisce riparando i danni provocati dai radicali liberi. L’eleuterococco è senza dubbio una pianta preziosa per allentare le tensioni muscolari e psicologiche causate dal perdurare di stati ansiosi;
  • tè verde, grazie ai principi attivi in esso contenuti, questa bevanda detox riesce anche a migliorare l’ossigenazione del sangue e quindi le capacità mentali, mantenendo l’organismo rilassato e nello stesso tempo vigile e attento. La teanina, che è il suo componente più abbondante, stimola l’attività cerebrale, senza provocare eccitazione, e migliorando pertanto le prestazioni funzionale della persona ansiosa;
  • inositolo, si tratta di un glucide che ottimizza il funzionamento del sistema nervoso centrale, dato che gli fornisce il nutrimento necessario, senza peraltro aumentare il consumo di calorie. La sua presenza a livello encefalico si rivela particolarmente utile per potenziare le funzioni del cervello, senza eccitarlo, ma al contrario consentendo un fisiologico rilassamento psico-fisico;
  • acido α-chetoglutarico, è un composto intermedio del Ciclo di Krebs, una serie ciclica di reazioni che consentono la produzione di ATP, uno dei principali sistemi ad alta energia. La maggiore disponibilità di energia contribuisce a migliorare il metabolismo dell’organismo, minimizzando le tensioni muscolari e lo stress ossidativo;
  • zucchero d’acero naturale, è un composto a basso indice glicemico che, pur comportandosi come altri glucidi circolanti, non provoca l’insorgenza di pericolosi picchi glicemici, migliorando il sapore dell’integratore e la disponibilità di carboidrati emetici.

Tutti questi componenti, adeguatamente selezionati e bilanciati, entrano a far parte dell’integratore, la cui formula è stata studiata per svolgere un’azione sinergica sia sul corpo che sulla mente.

Il prodotto, che è realizzato sotto forma di granulare da sciogliere in acqua o altra bevanda, è disponibile su Amazon.

Ashwagandha 500 milligrammi

L’ashwagandha contenuta in questo integratore (clicca qui per scoprire il prezzo), è conosciuta anche col nome di Withania Sonnifera.

Si tratta di una pianta di origine indiana, dotata di numerose proprietà estremamente vantaggiose per il benessere psico-fisico dell’organismo.

Questo vegetale che viene chiamato anche ginseng indiano, è in grado di offrire proprietà rinvigorenti, rigeneranti e antistress, infatti in caso di affaticamento, astenia e difficoltà intellettive, l’assunzione di integratori a base di questo principio attivo si rivela un prezioso supporto.

integratori per ansia e attacchi di panico funzionano

Quando subentrano situazioni di ansia o ancor peggio di panico, la mente è sottoposta a un bombardamento da parte di neuromediatori come adrenalina e noradrenalina, che sono considerate sostanze eccitanti.

L’Ashwagandha agisce riequilibrando la concentrazione di questi neurotrasmettitori, evitando quindi una sovrastimolazione nervosa, responsabile delle sindromi ansiose.

Riequilibrando la funzionalità del sistema nervoso, migliora anche la percezione neuro-sensoriale degli stimoli esterni e di conseguenza gli effetti mediati dal cortisolo, che è l’ormone dello stress.

Grazie a un’attività sinergica su tutti questi composti, l’integratore in questione riesce ad abbassare la soglia di eccitabilità dei neuroni, contribuendo a un rilassamento fisiologico dell’individuo.

Questo significa che ansia e panico vengono attenuati senza che si manifesti sonnolenza o intontimento, ma al contrario si può osservare un maggiore coinvolgimento mentale con gli stimoli esterni.

Trattandosi di una pianta adattogena, l’Ashwagandha svolge la sua attività senza modificare i ritmi biologici dell’organismo, ma migliorandone le manifestazioni, anche in situazioni stressanti come in presenza di ansia e panico.

La confezione dell’integratore contiene 120 capsule vegane, prodotte in Germania dall’azienda Vital Organic, ed è disponibile su Amazon.

Stress Killer One Life

Il punto di forza di questo integratore naturale per ansia e attacchi di panico si basa sul suo meccanismo d’azione inibitoria sul cortisolo, definito a ragione come l’ormone dello stress.

I suoi componenti sono:

  • corteccia di magnolia;
  • ginseng;
  • tribulus terrestris;
  • rhodiola;
  • schisandra;
  • teanina;
  • cordyceps;
  • tirosina;
  • fosfatidilserina.

life 120

Si tratta di estratti naturali di piante officinali con effetti adattogeni, associati a ormoni e aminoacidi ramificati, per creare un mix bilanciato di nutrienti fitoterapici.

La finalità di questo preparato è quella di limitare la produzione e la biodisponibilità del cortisolo, un composto conosciuto anche come “ormone dello stress“; infatti, quando l’organismo si trova sottoposto a fattori stressanti, la sintesi di questo ormone aumenta in maniera esponenziale, provocando nel soggetto veri e propri attacchi ansiosi.

Pertanto, limitando la produzione del cortisolo, si attenuano notevolmente tutte le conseguenze ad esso collegate, soprattutto stress, ansia, nervosismo e irritabilità.

Una persona ansiosa si caratterizza per essere affetta da paure immotivate, da angoscia, da tensione psico-fisica, da mancanza di concentrazione e da profonda insicurezza.

Tutti questi caratteri tendono a cronicizzarsi nel tempo, se la sindrome non viene curata con adeguati rimedi: Stress Koller, come indica la sua denominazione, è stato progettato proprio per eliminare lo stress e tutti i sintomi che ne derivano.

La confezione, che contiene 90 compresse, è in vendita su Amazon.

Cosa sono gli integratori per ansia e attacchi di panico: opinioni

Gli integratori per ansia e attacchi di panico sono in grado di agire sul sistema nervoso centrale e sul cervello, dove controllano la produzione di neurotrasmettitori, la cui sintesi dipende dalle stimolazioni sensoriali.

Pertanto la loro attività è finalizzata a un miglioramento funzionale sia del corpo che della mente.

A cosa servono gli integratori per ansia e attacchi di panico: effetti e benefici

Gli effetti di questi integratori sono finalizzati a minimizzare la sintomatologia ansiosa per riacquistare quell’equilibrio psico-fisico che ansia e panico riescono a deteriorare.

I benefici degli integratori sono la loro completa innocuità, la rapidità d’azione, l’alta specificità e la possibilità di essere assunti insieme a medicinali tradizionali senza per questo creare sovrapposizioni terapeutiche rischiose.

Quando usare gli integratori per ansia e attacchi di panico: dosaggio e approccio corretto

Un impiego corretto degli integratori per ansia e panico deve presupporre il rispetto del dosaggio, poiché la posologia dei rimedi è definita in base ai loro componenti costitutivi.

Non bisogna credere che gli estratti vegetali possano essere utilizzati in maniera indiscriminata poiché al contrario richiedono un oculato dosaggio e un’attenta posologia, dipendente dal tipo di prodotto utilizzato.

Gli integratori per ansia e attacchi di panico fanno male? Possibili effetti collaterali e controindicazioni

Gli integratori per ansia e panico non fanno male, a patto di rispettare attentamente la posologia.

Più che controindicazioni si può parlare di accorgimenti, poiché è necessario seguire le indicazioni dei vari prodotti per evitare un affaticamento del fegato o dei reni.

Gli unici effetti collaterali ipotizzabili e comunque molto rari dipendono infatti dal sovradosaggio.

Lascia un commento

Lo Scrigno Del Benessere
Lo Scrigno Del Benessere

Il blog ideale per la tua salute e il benessere di tutti i giorni

5/5 - (1 vote)