Lo Scrigno Del Benessere

Come Curare l’Acne: Scopri Le Soluzioni Naturali ed Efficaci

come curare l acne

Stai cercando informazioni su come curare l’acne? Allora sei nel posto giusto!

Prima di entrare nel vivo dell’argomento, abbiamo preparato una tabella con i migliori prodotti per curare l’acne del 2021, le loro principali caratteristiche e il link al sito ufficiale.

come curare l'acne: migliori prodotti

Green Boost

naturadika green boost
5/5

la pommiere renewed skin

renewed-skin
3.8/5

tea tree oil

tea-tree-oil
3.5/5

la roche-posay effeclar duo+

effeclar duo
3.5/5

Come curare l’acne

L’acne è una vera e propria patologia dermatologica con la quale la maggior parte delle persone, soprattutto in alcuni particolari momenti della propria vita, si trova a dover combattere.

Nonostante non sia preoccupante e non rappresenti un pericolo per la salute, spesso l’acne può inficiare la qualità della vita di chi ne soffre perché si tratta di un inestetismo visibile e fastidioso, a volte anche doloroso, che può minare la serenità e l’autostima. 

La buona notizia è che il problema si può risolvere, o quantomeno migliorare notevolmente, senza necessariamente rivolgersi a terapie costose e impegnative. 

Leggendo questo articolo scoprirai che è possibile trattare con successo la maggior parte delle forme acneiche semplicemente modificando in meglio il tuo stile di vita, seguendo alcune semplici regole di igiene e beauty routine e scegliendo con cura degli integratori naturali che stimolano il rinnovo cellulare della pelle e la aiutano ad apparire più sana, omogenea, liscia e compatta.

Cos’è l’acne

In gergo medico, l’acne è un’infiammazione delle cosiddette ghiandole pilosebacee. Sono minuscole cellule composte da una sottile membrana epidermica che contengono il sebo, una secrezione grassa ma nutriente, che permette al pelo di crescere. 

Queste ghiandole sono presenti su tutta la superficie della pelle, anche laddove non c’è crescita pilifera. Sono molto delicate, proprio perché esposte agli agenti atmosferici e al contatto con l’ambiente, gli abiti, gli oggetti quindi possono facilmente infiammarsi e infettarsi. Inoltre, il sebo è una sostanza densa, ambiente perfetto per la proliferazione batterica. 

Quando le ghiandole pilosebacee si infiammano s’innesca un processo chiamato flogosi, che è altro non è che la risposta immunitaria all’infiammazione, ed è in questo momento che si forma la pustola, chiamata comunemente brufolo. 

Una bollicina, rossa, calda e dolente, quasi sempre piena di pus, che è una sostanza ricca di batteri molto infettivi che, infatti, vanno a infettare anche la pelle circostante, dando origine all’inestetismo che tutti conosciamo e sappiamo facilmente riconoscere.

come curare l acne giovanile

Le cause dell’acne

L’acne può avere diverse cause e può interessare sia soggetti maschili che femminili, in qualsiasi fascia d’età. La più comune causa di acne è, senza dubbio, di tipo ormonale. 

Ogni qualvolta l’organismo si ritrova a dover gestire un’importante variazione a livello di ormoni, lo stress promuove un’infiammazione generale dei tessuti che, in prima istanza, può manifestarsi proprio a livello di pelle.

Ad esempio:

  • acne neonatale, che interessa i bambini fin dai primi giorni di vita e, in genere, si risolve spontaneamente entro i sei mesi;
  • giovanile, o adolescenziale, che interessa i ragazzi e le ragazze che entrano in pubertà e può durare fino al completamento dello sviluppo, quindi anche oltre i vent’anni;
  • gravidica, tipica delle gestanti;
  • mestruale, ossia quei fastidiosi e numerosi brufoli che tendono a comparire nel giorni precedenti la mestruazione;
  • da menopausa, quando la produzione estrogenica cala di colpo, dando più spazio a quella testosteronica;
  • in terza età, spesso legata più che agli ormoni sessuali a quelli che regolano il metabolismo e la produzione di insulina e a quelli renali.

Tuttavia, gli ormoni non sono gli unici responsabili dell’acne, anche se quella ormonale è la causa più comune.

Esistono tipologie acneiche causate da altri fattori, quali:

  • alimentazione disordinata e poco sana, con eccesso di alimenti grassi, speziati, piccanti, che tendono a favorire l’infiammazione;
  • utilizzo di prodotti per la beauty routine non adeguati alla propria tipologia di pelle;
  • stress;
  • irritazioni dovute a reazioni allergiche, ad esempio allo smog e alla polvere ma anche a cosmetici, tessuti, detergenti;
  • reazioni ad alcuni farmaci;
  • patologie dermatologiche batteriche.

Quando l’acne dipende da queste cause, paradossalmente, risulta molto più visibile e aggressiva ma è curabile più facilmente e velocemente. 

Infatti, nella maggior parte dei casi, basta modificare le proprie abitudini alimentari e il proprio stile di vita, farsi consigliare prodotti cosmetici e di make-up più adatti alla propria pelle, sospendere farmaci scatenanti o curare con apposite cure antibiotiche la patologia batterica di base.

L’acne ormonale può guarire?

Come abbiamo appena spiegato, le forme acneiche provocate da sbalzi ormonali sono meno gravi ma più perniciose da trattare e curare. 

Niente paura, comunque, esistono moltissime strategie assolutamente efficaci da poter mettere in atto per ottenere risultati davvero apprezzabili in poco tempo. 

Nel corso dei prossimi paragrafi scoprirai tutto quello che c’è da sapere a riguardo e potrai cominciare la tua battaglia contro l’acne, sicuro di vincerla, a partire già da oggi!

come curare l'acne con rimedi naturali

Come curare l’acne

Innanzitutto è sempre bene ricordare che, se soffri di acne, dovresti chiedere consiglio al tuo medico di base che potrà aiutarti a capire quale sia la causa scatenante ed, eventualmente, prescriverti la terapia più adeguata.

Una volta individuata la causa dell’acne, parallelamente ai consigli medici, ci sono moltissime cose che puoi fare in totale sicurezza per ottimizzare la cura e ottenere risultati più soddisfacenti e veloci. Innanzitutto puoi cominciare a seguire alcune linee guida di base.

Ecco quali:

  • iniziare a seguire un’alimentazione sana, ricca e varia, incrementando nel tuo regime alimentare più frutta e verdura e limitando tutti gli alimenti ad alto potere infiammante come il cacao, il peperoncino e le spezie, i grassi saturi, gli zuccheri, l’alcool;
  • avere cura di instaurare un rituale di cura quotidiana della pelle che preveda un buon detergente non schiumoso e privo di sapone per la pulizia e una crema idratante non troppo grassa. Ricorda che l’errore più comune commesso da chi soffre di acne è quello di pensare che la pelle acneica non abbia bisogno di idratazione. Niente di più sbagliato! Proprio perché è una pelle sofferente e che sta combattendo contro un’infiammazione necessita di un prodotto lenitivo e rinfrescante;
  • struccarti ogni sera prima di andare a letto, per permettere all’epidermide di respirare, ossigenarsi e rigenerarsi;
  • utilizzare settimanalmente una maschera specifica per pelli grasse e/o acneiche, come coccola supplementare;
  • cambiare ogni giorno l’asciugamano destinato alla detersione del viso e, se possibile, la federa del cuscino, così da evitare che i batteri possano continuamente tornare in contatto con la tua pelle.

Queste sono le prime regole di base per curare l’acne, ottime per trattare con buoni risultati qualsiasi tipologia di questo inestetismo. 

Poi, in base al tipo specifico di acne, ci sono altri trattamenti da poter provare con fiducia, che adesso vedremo insieme.

Come curare l’acne giovanile

Se hai tra gli 11 e i 19 anni, e ti ritrovi a combattere con un sacco di brufoli sparsi su viso, spalle, petto e schiena, quasi sicuramente si tratta della tanto temuta acne giovanile

Innanzitutto, se può consolarti, sappi che quasi la totalità degli adolescenti, chi più chi meno, ha questo problema.

Dipende dal fatto che stai attraversando la delicata fase in cui passi dall’infanzia all’età adulta e i tuoi ormoni sessuali aumentano di mese in mese, mettendo sotto stress il tuo organismo, che si difende così. 

L’acne giovanile, su questo possiamo tranquillizzarti, sparisce da sola semplicemente con la crescita. Nel frattempo c’è qualcosa che puoi fare per migliorare l’aspetto della tua pelle? Sì, certo!

  • Prendi l’abitudine di detergere il viso ogni mattina e ogni sera con un prodotto specifico per pelli acneiche. Sono ottimi quelli allo zolfo, oleosi, senza sapone e non schiumosi. Non strofinare mai il viso per asciugarlo, rischieresti di irritarti ancora di più. Limitati a tamponare delicatamente.
  • Non dimenticare l’idratazione. Scegli una crema leggera, non troppo ricca, arricchita con collagene e vitamina E. Anche i prodotti a base di vitamina C sono ottimi perché svolgono un’azione naturalmente antibatterica e disinfettante.
  • Esistono degli ottimi integratori in commercio che supportano tutte le funzioni biologiche della pelle, ne alleviano l’infiammazione e promuovono il turn over cellulare.

come curare l'acne: migliori prodotti

Green Boost

naturadika green boost
5/5

la pommiere renewed skin

renewed-skin
3.8/5

tea tree oil

tea-tree-oil
3.5/5

la roche-posay effeclar duo+

effeclar duo
3.5/5

Quali sono i migliori integratori anti-acne?

  • Zinco: in pasticche, compresse o gocce. Aiutano a ridurre la flogosi e alleviano il fastidio, il dolore e il prurito.
  • Selenio: importantissimo per supportare al meglio il metabolismo delle cellule epidermiche.
  • Olio di canapa: antibatterico, sfiammante, riduce il dolore anche nell’acne cistica.
  • Vitamine C ed E, fondamentali per la salute della pelle e di tutti i tessuti connettivi.

Questi integratori sono perfetti anche per ragazzi molto giovani, in quanto si tratta di complessi vitaminici senza nessun tipo di controindicazione, basta solo assumerli secondo i dosaggi consigliati sulla confezione e non eccedere.

Come curare l’acne giovanile maschile

I ragazzi, generalmente, soffrono di acne più aggressiva rispetto a quella che affligge le ragazze. Il motivo è che i maschi producono molto più testosterone, un ormone che tende a infiammare, perché potente e aggressivo. 

Quindi c’è bisogno di un trattamento più mirato. Inoltre, se hai già cominciato a raderti, l’azione della lametta sulla pelle può contribuire a far peggiorare la situazione, così come la barba può favorire la proliferazione dei batteri.

La detersione resta quindi importantissima, da eseguire quotidianamente e con un prodotto antibatterico. L’ideale sarebbe un detergente che contiene acido acetilsalicidico, ossia il principio attivo dell’Aspirina. 

Non preoccuparti: il principio contenuto nel detergente è ad uso esterno, quindi non andrà in circolo nel tuo organismo ma espleterà un potente effetto disinfettante, antivirale e antibatterico sulla tua pelle. 

Per quanto riguarda gli integratori che puoi assumere, invece, devi scegliere tra quelli che hanno la miglior capacità di regolare la produzione ormonale.

Ad esempio:

  • Biotina: ti aiuterà anche a rinforzare i capelli, prevenendo così l’alopecia tipica dei giovani ragazzi/uomini.
  • Fermenti lattici: che agiscono a livello intestinale, migliorando la salute della flora batterica, che negli uomini è spesso più disordinata rispetto a quella femminile, con effetti anche sulla qualità della pelle.
  • Retinolo: un prodotto particolarmente strong, adatto anche a nutrire le pelli più spesse, come quelle maschili.

come curare l'acne giovanile maschile

Come curare l’acne con rimedi naturali

Igiene, cosmetici e integratori sono tre validi alleati nella lotta contro l’acne. Prima, però, abbiamo anche parlato di maschere da fare una o più volte a settimana. 

Un trattamento in più, coadiuvante, per ottenere risultati migliori e più veloci. In commercio esistono diverse maschere specifiche per pelli acneiche ma è possibile sperimentarne alcune fai-da-te, utilizzando i prodotti che possiamo trovare in cucina e nel nostro orto/giardino.

Ad esempio:

  • La camomilla e la malva sono sfiammanti naturali, calmano, fanno diminuire il rossore, leniscono il fastidio e il prurito. Basterà mettere in infusione camomilla e malva in mezzo litro d’acqua bollente per dieci minuti e poi attendere che il liquido si raffreddi. A questo punto inzuppare delle garze nella tisana e metterle sul viso, lasciandole agire per una ventina di minuti prima di rimuoverle.
  • Il limone è un ottimo disinfettante naturale. Non è consigliato utilizzarlo su tutto il viso perché è piuttosto aggressivo e può bruciare. Ma un po’ di succo di limone, tamponato sui brufoli più dolenti e infiammati, dà sollievo immediato e ne riduce in pochi minuti il rossore.
  • L’albume d’uovo, ricco di proteine e molto nutriente è un altro toccasana per le pelli afflitte da acne. Il consiglio è quello di montarlo a neve, per ottenere un composto più leggero e meno untuoso, e lasciarlo in posa per almeno un quarto d’ora, poi sciacquare.

Come curare l’acne da stress

Se sei una di quelle persone che quando è sotto pressione tende a somatizzare, ti sarai reso conto che quando sei stressato, stanco e insonne ti spuntano molti brufoli, spesso anche dolorosi. 

In questo caso devi puntare a combattere la causa di questo fenomeno e quindi cercare di rilassarti, nonostante gli impegni e la vita frenetica. 

In questo può aiutarti lo yoga oppure il prenderti semplicemente una mezz’ora al giorno per decomprimerti facendo qualcosa che ti piace e rilassa.

Se non dovesse bastare puoi provare con:

  • Integratori da banco per combattere l’ansia lieve, magari a base di olio di lavanda, un principio attivo molto efficace ma senza controindicazioni né pericolo di innescare dipendenza.
  • Melatonina, perfetta per conciliare un sonno rigenerante e ristoratore. Ricorda che il sonno è il miglior anti-stress naturale.
  • Rhodiola Rosea, un’erba proveniente dalla Russia, non tossica, che stimola l’organismo a sviluppare maggiore resistenza allo stress, utilizzato da millenni per affrontare meglio il clima gelido della steppa.

come curare l'acne da stress

Come curare l’acne cistica

L’acne cistica è la forma più grave di acne. Chi soffre di questa tipologia di infiammazione delle ghiandole sebacee non ha solo brufoli, pustole e punti neri. 

Si trova a dover combattere con vere e proprie cisti che cicatrizzano e diventano dure, scure e davvero difficili da trattare. Generalmente, in questi casi è necessaria una cura antibiotica, che deve essere espressamente prescritta dal proprio dermatologo di fiducia. 

Per ottimizzare la cura, però, è possibile utilizzare dei preparati a base di retinoidi, che si acquistano tranquillamente in qualsiasi farmacia. Inoltre, quando sono presenti le cisti, è bene utilizzare anche degli scrub, un paio di volte alla settimana, molto delicati. 

Si può, ad esempio, utilizzare lo zucchero, ricco di acido glicolico, che nutre la pelle e la rinforza, ammorbidito con un po’ di camomilla e tre gocce di limone, da strofinare molto delicatamente sul viso.

Come curare l’acne ormonale

Se l’acne ormonale è molto importante, spesso il medico può consigliare alle ragazze di intraprendere una cura con un anticoncezionale e ai ragazzi con dei farmaci anti-androgeni. 

Anche in questo caso, però, bisogna per forza agire dietro consiglio medico, in quanto è necessario avere la ricetta. Esistono, però, degli integratori naturali in grado di regolarizzare la produzione ormonale.

Ad esempio:

  • Zinco e Selenio, due minerali fondamentali per equilibrare l’assetto dell’asse ormonale.
  • Bardana, una pianta che ha effetti benefici su tutte le manifestazioni cutanee, inclusa la psoriasi, la dermatite, gli eczemi e le reazioni allergiche da contatto.
  • Trifoglio Rosso, che agisce sulla produzione degli ormoni androgeni, quindi ottima sia per donne che per uomini che soffrono di acne ormonale.

In conclusione, l’acne è certamente un inestetismo che infastidisce e che può richiedere un po’ di pazienza per essere curato. 

Questo però non deve spaventare né preoccupare: uno stile di vita sano, una beauty routine efficace, qualche integratore e, all’occorrenza, l’aiuto del medico e brufoli e pustole diventeranno solo un lontano ricordo.

Lascia un commento

Lo Scrigno Del Benessere
Lo Scrigno Del Benessere

Il blog ideale per la tua salute e il benessere di tutti i giorni

5/5 - (1 vote)